Ia Domenica di Avvento – B

(Tempo di lettura previsto: 5 minuti)

241115

Mettete le casse al massimo, toglietevi le scarpe, tirate fuori la camicia dai pantaloni e tirate su le maniche,
sbottonate qualsiasi cosa abbiate addosso e alzatevi..
(B. Marley & The Wailers, “Get Up, Stand Up”  da “Burnin’ ”, 1973)

youtube

In Ascolto del Vangelo secondo San Luca 21,25-28.34-36
In quel tempo Gesù disse ai suoi discepoli: “Vi saranno segni nel sole, nella luna e nelle stelle, e sulla terra angoscia di popoli in ansia per il fragore del mare e dei flutti, mentre gli uomini moriranno per la paura e per l’attesa di ciò che dovrà accadere sulla terra. Le potenze dei cieli infatti saranno sconvolte. Allora vedranno il Figlio dell’uomo venire su una nube con grande potenza e gloria. Quando cominceranno ad accadere queste cose, risollevatevi e alzate il capo, perché la vostra liberazione è vicina».
State attenti a voi stessi, che i vostri cuori non si appesantiscano in dissipazioni, ubriachezze e affanni della vita e che quel giorno non vi piombi addosso all’improvviso; come un laccio infatti esso si abbatterà sopra tutti coloro che abitano sulla faccia di tutta la terra. Vegliate in ogni momento pregando, perché abbiate la forza di sfuggire a tutto ciò che sta per accadere e di comparire davanti al Figlio dell’uomo».

 

Oltre all’elenco dei regali di Natale da fare, delle cose da comperare per il cenone della vigilia, degli amici a cui spedire gli auguri per posta e non via whatsapp, dei parenti da visitare e di quelli con cui fare il cenone stesso.. o il micidiale pranzo del 25.. prima di spulciare le proposte all’insegna de “ e l’Ultimo cosa fate?”.. potrebbe essere interessante stilare anche un mini elenco di buoni propositi di Avvento.
Niente di troppo ascetico, per carità.. ma non vorremmo evitare, almeno quest’anno il solito refrain..”già Natale? .. io quest’anno non lo sento proprio.. aahh io le feste.. non le vivo più intensamente come una volta.. non ho avuto tempo nemmeno di pregare, fare il presepio, far digiuno, confessarmi, andare a messa, leggere labbbibbia, flagellarmi.. ecc. ecc.” ?? Almeno quest’anno..
Il vangelo di domenica scorsa, Cristo Re, ci ha portato le parole di Giovanni che fa dire a Gesù: “per questo sono nato e per questo sono venuto nel mondo, per dare testimonianza alla verità”. Credo siano un bellissimo modo per preparare questo Avvento.
Bellissimo. Accoglieremo la verità di noi e di quel che siamo. Proviamo solo a impastare i nostri pensieri e le riflessioni che facciamo o le percezioni che ci sfiorano, ciò che ci morde dentro.. di questo atto di fede.
Che ci rimbombi dentro, delicatamente, ma persistente fino almeno al 25 aiutandoci a mettere ordine nei nostri affanni, a sgravare cuori appesantiti, a non farli andare troppo su e giù come i babbinatale finti (e tristi) sulle scalette ai (vostri!) balconi..
“Stat’ve accuorti, quagliò..”

Annunci

5 pensieri su “Ia Domenica di Avvento – B

  1. Maria G.

    Avevo pensato di iniziare il mio commento con una considerazione pessimistica sui
    tempi che stiamo vivendo,giorni di orrore e di terrore,sembra si siano scatenate tutte
    le forze dell’inferno…e adesso ci si è messo pure san Luca,con la sua pagina
    apocalittica ! Poi ho letto i commenti positivi delle altre” gocciolate” e….
    Ho pensato all’interpretazione dei segni dei tempi,…che insegnamento ne possiamo
    trarre?E’ evidente che c’è in atto un grande cambiamento…non potrà tornare tutto
    come prima…ci sarà ancora pianto e tanto dolore.! Ma poi verranno cieli nuovi e terra
    nuova?Lo speriamo,soprattutto per i nostri figli e nipoti…
    L’unica arma che abbiamo,e che spesso trascuriamo,è la preghiera,accompagnata
    dalla speranza e dall’amore…Mi è piaciuto molto quello che ha scritto Martina :
    l’amore che si dà ci torna indietro centuplicato….Se si diffondesse quest’idea se ci
    credessimo tutti veramente…..beh,allora non avremmo più problemi.!
    Grazie a tutti
    Maria

  2. per martina

    E’ molto bello quello che scrive martina .
    Stamattina pensavo che e’ sempre Dio che cerca l uomo …un po come dire che e’ l amore che va dove non ce n’è..
    Invece le sue parole mi sono arrivate come un …dono .
    abbiamo …tantissimo amore dentro di noi e per ..paura non lo tiriamo ..fuori…
    Ecco per natale mi piacerebbe questo regalino . Andare al di la di ciò che appare…ciao state bene.

  3. Martina

    Da quando sono mamma ogni giorno è natale! Ma non è retorica da pan di stelle. …è una verità fatta di quotidiano. …di vedere la vita e i giorni con i loro occhietti svegli e scintillanti. ..che ogni giorno ti insegnano a vivere. ..a stare al mondo. ..ti interrogano se stai facendo il meglio. …che tipo di persona sei . Ogni giorno è diverso e ti chiama ad amare al massimo. …sempre. Il che vuol dire enormi rotture di scatole…e un uscire completamente da se stessi per dare….ritrovandosi non svuotati ma con il cuore che scoppia per l’amore che si riceve mentre si dà. Forse Maria a volte si sentiva un po così. …e anche se mi vergogno al paragone è a lei che chiedo aiuto e conforto in questo ognigiornonatale.

  4. Roberta

    “Risollevatevi e alzate il capo”. Mi colpisce questo versetto, mi piace pensare di iniziare l’Avvento così. Ci sono delle ferite, dei tratti del carattere che alle volte mi fanno stare giù e si bevono tutta la mia energia e sinceramente credo che neanche spariranno mai ma continueranno ad accompagnarmi. Gesù mi invita a risollevarmi…Lui c’è attraverso un incontro,una mano tesa…anche con tanta pazienza, una parola e soprattutto c’è la sua Parola. Alzare il capo è come cercare, aspettare un segno. Alzo il capo perchè non mi vergogno di quella che sono, perchè Lui mi ama ugualmente. Alzo il capo per non continuare a rimanere ripiegata su me stessa ma per accorgermi di chi mi circonda. Però è vero “state attenti a voi stessi”, devo aver cura di me con la preghiera, con l’ascolto…vorrei provare in questo Avvento durante la lettura della Parola a non chiedermi subito:” Che cosa dice alla mia vita?” Ma voglio mettermi un po’ da parte per lasciare che sia la Parola a prendere il primo posto. E’ un po’ quello che sto vivendo in famiglia e anche all’interno della comunità….stare un passo indietro, ma non da arrabbiata, ma da fiduciosa, con lo sguardo verso l’alto perchè arriveranno le possibilità desiderate ma ora è il momento di fare un passo indietro,alimentare il desiderio con l’attesa e la preghiera. Vieni Signore Gesù!
    Grazie
    Roberta

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.