“La Bellezza e Cannavacciuolo” – Omelia IIa Quaresima A-2017

Ho chiamato lo chef Cannavacciuolo: lui che trasforma cucine da incubo in posti belli ed efficienti, magari ci da una mano. 
Affronta ristoranti con sempre meno clienti e insoddisfatti. Basta vederne le facce mentre mangiano e quando escono…
Penso a come usciamo dalle messe o come viviamo la parrocchia:
non per dire che le nostre comunità siano disastrose come quei locali ma…forse dovremmo avere il coraggio di farci qualche domanda: Perché non si entra più in seminario e la vita del prete non piace a nessuno e non ci sono vocazioni? Perché ci si sposa meno in chiesa e si frequenta così poco? dopo la cresima ragazze/i spariscono, le famiglie tirano i remi in barca perché abbiamo fatto anche questa? perché ci son così pochi cristiani credibili e fin troppo -a parole- credenti? Si continuano a chiedere per inerzia, meccanicamente matrimoni, battesimi, cresime e funerali, pur senza essere credenti e anzi…con indifferenza e consapevoli solo che “bisogna”…trasformando la parrocchia in un negozio. Vengo, prendo, sparisco? tutto come prima? Perchè il nostro Veneto in pochissimi anni, come niente fosse è passato da essere culla di una certa democrazia a culla di un partito con valori diametralmente opposti? Perché tanta gente se n’è andata anche sbattendo nauseata la porta dalle parrocchie, dalla fede, da Dio? Credere interessa sempre meno…celebriamo papa Francesco come un mito ma non sappiamo nemmeno cosa ci chiede ne cosa dice? Cosa è successo in pochi decenni? vivevano un incubo? forse…
  Cannavaccuiolo rimette in sesto le cucine in modo semplice: come fa Gesù con Pietro, Giovanni e Giacomo. Con la bellezza.
La bellezza del posto rinnovato, del lavoro fatto con cura, delle relazioni vissute con dedizione, la bellezza dei piatti, buoni e sani. Pietro si stupisce di fronte a Gesù trasfigurato ed esce spontaneo come un bambino in quel suo famoso: “E’ bello per noi stare qui”: mi domando, mi tormenta: è bello per me, per noi essere cristiani? non giusto, utile, scontato o dovuto. Ma bello. E non è poesia…In uno dei capolavori mondiali della letteratura, “l’Idiota” di Dostoevskij. il protagonista…dice una frase diventata famosa: ”Solo la bellezza salverà il mondo!: e lo diceva contemplando una Russia atea, materialista e comunista, del 19° secolo, viziosa, corrotta e miserabile. La bellezza per lui era bontà disinteressata, compassione gratuità, cose belle senza un motivo ma solo per contemplarle e stare bene, carità nelle relazioni…la vita pienamente umana. Bella e buona assieme. Come i piatti del nostro chef partenopeo. 
  Perdonarsi, collaborare, essere comunità, pregare, ascoltare il vangelo, educare, è bello? fare catechismo, essere scout, celebrare la messa, pregare per conto nostro da bellezza e qualità alle nostre vite? Parlare della bellezza è parlare di ciò di cui siamo impastati.
Noi siamo fatti per le cose belle, soprattutto noi italiani. Abbiamo bisogno di bellezza: panorami, opere d’arte, monti, mari, persone esperienze: tutto ciò che è bello ci nutre, perché siamo costituiti di bellezza. Noi vogliamo sempre cose, esperienze, amicizie, film, felpe belle…siamo poi così emozionati o poco pratici con la lingua italiana che “è tutto bello”… ci mancano le parole..ed è bello perfino questo. La bellezza ci salva nella misura in cui ci lascia migliori, ci completa. Come acqua, ci disseta perché siamo fatti di acqua…Pensate poi a quando nel parlare comune diciamo che uno è davvero una bella persona.
Un bel libro, una poesia, il mare al tramonto, la primavera e le stelle…abbiamo bisogno di quello stupore. Di ciò che non è utile ma fondamentale: un sorriso, un abbraccio, un bacio, una carezza, un gesto gratuito d’amore. Ci fanno sentire belli cioè unici e preziosi.    Gesù nel vangelo di Gv dice di essere il buon pastore: traduzione scorretta, in greco è BEL pastore. Gesù sapeva che noi ci lasciamo corrompere e sedurre solo da ciò che è bello…per quello facciamo km, spese e sacrifici..il voler essere belli, pensate a qualche ragazzina che inizia a truccarsi o vestirsi da grande..o i maschietti che si tirano..vogliamo essere belli… non è solo apparire è essere! Pietro cosa vede per dire Bello? Mosè ed Elia..la legge dei comandamenti e i profeti; ad integrarli e superarli Gesù, nuova legge, il comandamento dell’amore…bello e gratuito.
E questa bellezza non commuove solo Pietro ma anche Dio che compiaciuto se ne esce confermando suo figlio come sul Giordano tra i peccatori. Dio è felice perché Gesù è bello. La sua vita è bella, la vita di Gesù, il suo modo di fare cambiano la realtà. Inquieta non-credenti e agnostici, provoca atei (Pasolini, De Andrè, Rembrandt ecc,) La nostra vita cristiana sarà bella perché innamorata della bellezza di Cristo. La vita cristiana è chiamata ad essere bella..questo ci renderà credibili. Ma pensiamo, lo ribadisco a Papa Francesco. Perché tanto successo? cosa ci stupisce di lui? perché, come Gesù, conquista anche lontani ed estranei? Diciamo tutti che è alla mano, immediato, ma anche che non le manda a dire, che prende alla lettera il vangelo e annuncia un volto di Dio buono e misericordioso…ma scusate: è lui o il suo messaggio ad essere bello ed efficace? il suo successo e consenso non sono forse dei segni inequivocabili che il vangelo funziona? che la vita cristiana vissuta davvero è credibile, rende belli e seduttivi? Non sta dicendo nulla di nuovo ma in modo diverso… perché non lo capiamo? e soprattutto perché non lo imitiamo? Ci sta testimoniando che essere cristiani è bellissimo e che questo stupisce il mondo e lo conquista…
Cosa provoca questo in noi? cosa dice la nostra vita della bellezza di una vita cristiana? 
chiediamo a Gesù,, bel pastore, di aiutarci a conoscerlo, perché conoscendolo possa ispirare la nostra vita a vivere secondo il suo vangelo di bontà e misericordia… 
se non saranno incubi, come le cucine, almeno siano sogni da vivere giorno per giorno, ma ad occhi aperti.
La bellezza, poi è già tutta qui.
Annunci

Un pensiero su ““La Bellezza e Cannavacciuolo” – Omelia IIa Quaresima A-2017

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.