Domenica XXIIa T.O. – A

(Tempo di lettura previsto: 4 minuti)

In Ascolto del Santo Vangelo secondo Matteo 16,21-27
Da allora Gesù cominciò a spiegare ai suoi discepoli che doveva andare a Gerusalemme e soffrire molto da parte degli anziani, dei capi dei sacerdoti e degli scribi, e venire ucciso e risorgere il terzo giorno. Pietro lo prese in disparte e si mise a rimproverarlo dicendo: «Dio non voglia, Signore; questo non ti accadrà mai». Ma egli, voltandosi, disse a Pietro: «Va’ dietro a me, Satana! Tu mi sei di scandalo, perché non pensi secondo Dio, ma secondo gli uomini!».
Allora Gesù disse ai suoi discepoli: «Se qualcuno vuole venire dietro a me, rinneghi se stesso, prenda la sua croce e mi segua. Perché chi vuole salvare la propria vita, la perderà; ma chi perderà la propria vita per causa mia, la troverà. Infatti quale vantaggio avrà un uomo se guadagnerà il mondo intero, ma perderà la propria vita? O che cosa un uomo potrà dare in cambio della propria vita? Perché il Figlio dell’uomo sta per venire nella gloria del Padre suo, con i suoi angeli, e allora renderà a ciascuno secondo le sue azioni
Domenica scorso Pietro si sente dire “Beato te…”; oggi “vai dietro, a cuccia! torna da dov’eri. Abbassa le orecchie” (attualizzazione personale..)
La liturgia a mio avviso, coltiva una sottile pedagogia ironica nei nostri confronti. Spiazzante, non c’è che dire. Ma anche, come amo, liberante.
Dio in persona ci scampi dalla mentalità comune, dal buon senso, dalle frasi fatte e dai luoghi comuni, dalle espressioni vacue buone per ogni circostanza, dal confortante e rassicurante rifugio delle parole sagge, dall’incapacità di fare silenzio e far posto all’altro e a quanto viva, delle cagate su Fb, dei pensierini efficaci con gli orsacchiotti e i cagnolini, delle massime orientali decontestualizzate, degli slogan da maglietta, delle frasi emozionanti vicino alla tazza da caffè col buongiorno mondo, delle immagini motivanti e dei pensieri pensierosi…
dalle mentalità fuorvianti con cui spesso ci ritroviamo aggrovigliati cuore, mente e coscienza, barattando il Vangelo e la Risurrezione, la Creazione e la Redenzione per una manciata di pseudo valori pseudo laici con cui fare i gargarismi.
Se qualcuno…
Fantastico. Libero, liberato e liberante. Fa strada Lui, tu cammina e svegliati, segui il passo, tieni il tempo…
Pensare secondo me o secondo Dio? dove sta la vera novità? Dove la vita eterna perchè di qualità?
Perdere la vita per causa tua: così la ritrovo. Chissà quando il mio ministero, la mia vita, il mio essere cane da pastore con 3 greggi…potrà balbettare un incerto e meschino SI a questa prospettiva…
Annunci

2 pensieri su “Domenica XXIIa T.O. – A

  1. Primo

    Pensieri veri per noi così materiali anzi così materializzati dietro all’effimero quando capiremo che la nostra vita è per lui e con lui , e si che Gesù c’è lo ripete tante volte ma come Pietro siamo un po duri di orecchio o forse ci sentiamo ma non ci baciato perchè tanto tocca sempre al mio vicino. buona domenica

  2. Pierina

    Perchè Gesù desidera spiegare ai suoi discepoli un mistero talmente altro, incomprensibile alla mente umana?
    Perchè Gesù sfida il limite nell’uomo, limite che già conosce?
    E come potremmo anche noi accettare una visione così destabilizzante per il nostro pensare logico e razionale?
    Forse Gesù si è posto di fronte a Pietro (e in lui a tutta l’umanità) come specchio del suo funzionamento e lo ha esortato a risvegliarsi, a riconoscere l’inganno.
    Pietro… Pietro… tu pensi con la mente e non con il cuore!
    Il cuore ti avrebbe insegnato la fiducia piena in Dio, ti avrebbe guidato ad abbandonarti alla sua volontà che è sempre per la liberazione e la conversione dell’anima. Il cuore ti avrebbe rivelato il volto del Padre: il suo Amore, la sua Misericordia.
    Ma se la paura ti attanaglia e ti rende schiavo del male non preoccuparti: stai dietro di me, mi faccio strada per i tuoi passi incerti, mi faccio luce per i tuoi occhi spenti, dono la vita affinchè tu possa ritrovare la tua.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.