“Fatti per amare” – Omelia Domenica XXXa TO – A

…Amerai! non è ama, imperativo, obbligo, devi, su, muoviti. 
Amerai, al futuro: dice direzione, senso, progressione; chi sarai, che persona vuoi essere? ce lo diranno l’amore che metterai, la motivazione, lo stile con cui vivrai. Quanto lo saprai almeno desiderare.
Il futuro inizia mentre parli, ciascuna vita è intenzione e viaggio. La direzione ed il gusto si trovano amando. Un desiderio che sproni ma aiuti anche a rialzarsi, quando non ce la farò, perché siamo tutti affascinati dall’orgoglio, abbruttiti dall’individualismo.
  Non c’è scritto obbedisci ma ama. Ecco l’assurdo comandamento che Gesù offre come sintesi alla vita di un credente. Cosa ben più difficile di una sterile e passiva obbedienza morale. Essere cristiani significa desiderare e scegliere di fare della propria vita un atto di amore. Fare mio lo stile di Gesù nelle relazioni e nel quotidiano. Mi domando che ne abbiamo fatto…
    Come amare? non lasciamola parola vuota o afona…
Amerai il Signore tuo Dio con tutto il cuore: cioè i sentimenti, gli affetti. Lo dimostro quando cerco di mettere il Vangelo al primo posto, come riferimento per le mie scelte e avere nel cuore i sentimenti di Gesù, le sue attenzioni, il suo stile. Essere cristiani appassionati, sale e luce della terra, non tiepidi ne indifferenti, devoti all’abitudine o a tanti idoli; credibili perché riscaldati da tale prospettiva, appassionati alla vita.
  con tutta la mente: cioè con intelligenza (dono dello SS). Non c’entrano le scuole fatte ma il saper leggere la realtà alla luce del vangelo e con fede, la capacità di trovare soluzioni e strade adatte. Amare Dio così significa essere cristiani non bigotti ma aperti, liberi, positivi, che sanno riconoscere con spirito critico, cosa mi fa bene e mi aiuta ad essere autentico, vero. Amare infatti fa rima con educare, educarsi, essere responsabili e protagonisti della propria vita.  con tutta l’anima…ciò che ci rende sacri, vivi, fatti a immagine di Dio, capaci di amarci come Lui. Con il cuore, la mente, l’anima. Tutto noi stessi.
 “Ma io Dio non lo vedo, non lo sento, non mi risponde”; non credo Gesù lo ignorasse. Ma…il buon samaritano, il bicchier d’acqua dato nel suo nome, l’avete fatto a me, ci raccontano il secondo comandamento: amerai anche il prossimo e te stesso. Sceglilo come stile. Siamo stati creati così: noi siamo fatti per amare. Non siamo stati creati autosufficienti, per bastare a noi stessi, come spesso ci illudiamo. Siamo ricchi di risorse eppure poveri, perché abbiamo bisogno dell’altro per gustarle e condividerle. Senza l’altro che ci riconosca e ami, ci sentiamo soli, vuoti, inutili. Siamo fatti di relazioni. Meglio se sane e liberanti.  Amerai è innanzitutto guardare con amore…noi spesso guardiamo con pregiudizi, paura, scetticismo o sospetto. Dio ci insegna a guardare con amore, cioè intelligenza, passione, anima e ci presta il suo sguardo, a supportare le nostre poche diottrie. Scegli come di metterti un paio di occhiali. La realtà sarà quella, se è dura, complicata, arida..lo resterà. Ma la guarderai con occhi diversi: scegliere di amare, significa mettersi questi occhiali. Così noi vediamo noi stessi, gli altri, Dio e quanto ci circonda con amore… è guardare come guarda Dio, da padre, da creatore di vita e bellezza. Noi siamo impastati di questo eppure fragili e feriti, rischiamo di toglierci spesso questi occhiali e diventare o restare miopi…concentrati solo su di noi.
Con questi occhiali scopro l’altro fratello e sorella, gli oggetti non diventano idoli, la natura diventa il creato, il tempo dono, la realtà una continua opportunità, la mia vita, guardandomi come fa Dio, sarà bella, da figlio amato e prezioso. Amerai, amerò, uscendo da messa, iniziando una nuovo giorno, scelgo di amare, vivere lo stile di Gesù, di mettermi questi occhiali, di guardare come Dio…
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.