Domenica XXXa t.o. B-2018

 

Unknown

 

In ascolto del Santo Vangelo secondo S. Marco 10,46-52

«In quel tempo, mentre Gesù partiva da Gerico insieme ai suoi discepoli e a molta folla, il figlio di Timeo, Bartimeo, che era cieco, sedeva lungo la strada a mendicare. Sentendo che era Gesù Nazareno, cominciò a gridare e a dire: «Figlio di Davide, Gesù, abbi pietà di me!». Molti lo rimproveravano perché tacesse, ma egli gridava ancora più forte: «Figlio di Davide, abbi pietà di me!». Gesù si fermò e disse: «Chiamatelo!». Chiamarono il cieco, dicendogli: «Coraggio! Àlzati, ti chiama!». Egli, gettato via il suo mantello, balzò in piedi e venne da Gesù. Allora Gesù gli disse: «Che cosa vuoi che io faccia per te?». E il cieco gli rispose: «Rabbunì, che io veda di nuovo!». E Gesù gli disse: «Va’, la tua fede ti ha salvato». E subito vide di nuovo e lo seguiva lungo la strada.»

Gesù era sempre per strada…incontrava o ancora meglio, si lasciava incontrare. Ascoltava, parlava, curava, interpellava, guariva..sempre per strada. E il più delle volte in posti malfamati o pagani. Gerico è anche questo. Il cieco seduto mendicava.

Chissà cosa è accaduto di preciso…ma potremmo perderci su queste tre caratteristiche. Il non saper o voler vedere, restare seduti (o “sdraiati” per dirla con M. Serra), mendicare… cosa vi fa venire in mente il mendicare? quando facciamo le vittime, quelli che non hanno mai tempo, che non son capiti, che nessuno riconosce, a cui ne son successe tante, che han tanti impegni, che la sanno lunga, che son stressati, vittime o son fatti così..quelli a cui o così o niente, che piuttosto di ammettere accusano, piuttosto di riconoscere o interpretare, si chiudono…ecco..non stiamo mendicando quando viviamo questo? non siamo seduti e ciechi?

Quando non abbiamo coraggio di alzarci e darci un taglio o un’opportunità.

Che io riabbia la vista. Oggi ho voglia solo di un paio di occhiali diversi e di una pezzuola da regalare per pulire quelli di chi spesso mi incontra per strada.

 

COMMENTA…

Annunci

Un pensiero su “Domenica XXXa t.o. B-2018

  1. Nasciamo mendicanti, cresciamo mendicanti, mendicanti d’amore. Ne abbiamo bisogno, al di sopra di ogni altra cosa. Vogliamo amore, dobbiamo dare amore. Gesù, ci è di esempio, fino alle estreme conseguenze. A volte però non lo sappiamo riconoscere, l’amore che riceviamo, siamo ciechi, pretendiamo troppo dagli altri… Conseguenza? Viviamo insoddisfatti e… infelici.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.