Domenica XXVIIIa to C – 2019

images.jpeg

 

Tempo lettura previsto: 4 minuti

In ascolto del Santo Vangelo secondo Luca 17, 11-19

Lungo il cammino verso Gerusalemme, Gesù attraversava la Samaria e la Galilea. Entrando in un villaggio, gli vennero incontro dieci lebbrosi, che si fermarono a distanza e dissero ad alta voce: «Gesù, maestro, abbi pietà di noi!». Appena li vide, Gesù disse loro: «Andate a presentarvi ai sacerdoti». E mentre essi andavano, furono purificati. Uno di loro, vedendosi guarito, tornò indietro lodando Dio a gran voce, e si prostrò davanti a Gesù, ai suoi piedi, per ringraziarlo. Era un Samaritano. Ma Gesù osservò: «Non ne sono stati purificati dieci? E gli altri nove dove sono? Non si è trovato nessuno che tornasse indietro a rendere gloria a Dio, all’infuori di questo straniero?». E gli disse: «Àlzati e va’; la tua fede ti ha salvato!».

“Dove sono gli altri 9”? e che ti frega, Gessùùbbello? non sei quello che insegnava “gratuitamente avete ricevuto, gratuitamente date?” oppure “non sappia la destra cosa fa la sinistra”? e allora? che vuoi? sembra che se potessi tornare indietro non li guariresti….

1 Torna indietro, 2 loda a gran voce, 3 si prostra ai piedi e 4 ringrazia. 4 azioni precise. Lui ha capito la differenza tra salvezza e guarigione. E la vive e la dimostra. Tra benessere psico fisico e/o spirituale (?) e salvezza per la fede cristiana. Tra “sto bene, mi sento bene, sono felice” (cose legittime, bellissime e sacrosante!) e “vivo la mia vita riconoscendomi alla presenza di Dio Padre che mi ama… e mi salva giorno per giorno…da me stesso e dal rimbambirmi socialmente e culturalmente!). Insomma: al centro c’è il mio io oppure un noi. (relazione io e TU cioè Lui!)

Poi ovviamente Luca ci ricorda che “attraversava la Samaria”, il buon Gesù (quindi zone da cui i pii devoti praticanti ebrei del tempo si tenevano ben alla larga con disprezzo…), che a tornare indietro convertito e grato è solo uno “straniero”, (sarà stato il cugino di quello buono, samaritano!) e ..niente… come la mettiamo? IL vangelo continuamente ci carezza contropelo mostrandoci ad esempio quelli che noi schiferemmo volentieri… ‘azz!

Per quale motivo siamo credenti e cerchiamo (sul serio?) Gessùùbbbello? per essere guariti o salvati? qual è la differenza? per qualcuno tutto è dovuto, devono pensarci loro (deve fare tutto Dio o la chiesa o il prete) per altri è bello accorgersi e tornare indietro, rendersi conto di cosa è successo. Forse uno può dirsi salvato anche senza essere guarito, cioè nella malattia, nella sofferenza vive una fede ed una speranza che lo tengono in piedi…mentre un guarito forse..dimentica la salvezza, come gli altri 9.

Bello questo Gesù che comunque lavora per la salvezza, sotto forma di gratitudine e di “noi” e che ribadisce che la tua fede, non Lui, ha salvato. E alzati… non restare nell’intimismo.. e va’… a raccontare che cosa ti è successo per provocare in tutti una santa invidia!

COMMENTA

Annunci

Un pensiero su “Domenica XXVIIIa to C – 2019

  1. Un po' ...lebbrosa

    Nel ringraziare
    Secondo me
    Vi e’ un riconoscimento
    Di quello che e’ solo
    Offerto e
    Non dovuto !
    Lo dico perche’ sono guarita
    Da una brutta malattia e
    I complimenti li ho fatti
    A me stessa , per la forza e la
    Resistenza che ho avuto !
    E poi ….la salute e’ un diritto !
    Forse ,
    Solo oggi ,
    Tornerei indietro a ringraziare
    O …..forse no.
    Il male lo vivo ancora
    Come ….ingiusto ….certe
    Idee sono difficili da
    Sradicare ….e mi viene
    Più facile dire
    Dio fai che il male
    Non mi tocchi …

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.