N. S. Gesù Cristo Re dell’Universo, 24 Novembre 2013 – Anno C

“(..) Ma adesso che viene la sera ed il buio
mi toglie il dolore dagli occhi
e scivola il sole al di là delle dune
a violentare altre notti:
io nel vedere quest’uomo che muore,
madre, io provo dolore.
Nella pietà che non cede al rancore,
madre, ho imparato l’amore”.
(F. De Andrè, “Il testamento di Tito” – La buona novella 1970)
images

In ascolto del Vangelo di Luca 23, 35-43
In quel tempo, dopo che ebbero crocifisso Gesù, il popolo stava a vedere; i capi invece lo deridevano dicendo: «Ha salvato altri! Salvi se stesso, se è lui il Cristo di Dio, l’eletto». Anche i soldati lo deridevano, gli si accostavano per porgergli dell’aceto e dicevano: «Se tu sei il re dei Giudei, salva te stesso». Sopra di lui c’era anche una scritta: «Costui è il re dei Giudei».

Uno dei malfattori appesi alla croce lo insultava: «Non sei tu il Cristo? Salva te stesso e noi!». L’altro invece lo rimproverava dicendo: «Non hai alcun timore di Dio, tu che sei condannato alla stessa pena? Noi, giustamente, perché riceviamo quello che abbiamo meritato per le nostre azioni; egli invece non ha fatto nulla di male». E disse: «Gesù, ricòrdati di me quando entrerai nel tuo regno». Gli rispose: «In verità io ti dico: oggi con me sarai nel paradiso».

La fine di un anno liturgico: che significa? Proviamo a fare due conti, suvvia.. avrete celebrato.. almeno  una cinquantina di messe?
Qualche funerale?
Un paio di matrimoni?
Uno o due battesimi?
Un Avvento?
Un Natale?
Una Quaresima?
Le ceneri?
Una Pasqua?
Una Pentecoste?
Un Ferragosto (volgarmente detta Assunzione)?
Qualche Santo e Madonna vari?
Cosa manca?
Una visitina in chiesa ogni tanto? Magari visitando una città in vacanza..
Aggiungiamo qualche preghiera, un rosario o due, qualche sommario esame di coscienza assonnato prima di collassare tra le braccia di Morfeo, qualche avemaria mentre si spegne la luce.. molto altro o molto meno.. non importa:
la domanda che ci potremmo fare, guardandoci indietro di un anno potrebbe essere: MA A COSA E’ SERVITO?
Ne avrei potuto fare a meno? Se si, perchè? Se no, perchè?
Cosa della mia vita avrebbe avuto un sapore diverso \ sarebbe MANCATO QUALCOSA? O QUALCUNO?
Audacia, cari miei.. proviamo ad andare al nocciolo..
Ci sarebbe mancato qualcuno? Un compagno di strada che continuamente fa il passo con noi e si offre per rimetterci in carreggiata.. o “in bolla”..?
Il Vangelo di oggi ammetto è uno dei miei preferiti: il ladrone con una faccia tosta mostruosa, chiede solo di essere ricordato.. nemmeno un post it sulla scrivania del Cristo.. mi viene in mente la canzone “SIAMO SOLO NOI” di Vasco Rossi, a culmine della sua gloriosa carriera, in cui cantava.. “siamo solo noi, che tra demonio e santità è lo stesso, basta che ci sia posto, cioè.. sai che cosa ce ne frega a noi”.. importante è non rimanere soli, abbandonati, trovare un posto oltre.
E Gesù gli da tutto e subito. Senza nessuna condizione (se ti penti, se chiedi perdono, se non lo fai più, se prometti di fare il bravo, se ti converti.. ecc.. neppure un “quando sarà ora, quando sarai a posto, quando.. se.. a condizione, intanto questo poi vedremo.. ) tutto e subito.
Esattamente quello che ciascuno di noi vuole per la propria vita. Tutto, subito, sempre.
Non sceglie di salvare sè stesso e scendere dalla croce come sognò Martin Scorsese nell'”Ultima tentazione di Cristo”, ma di restare fedele. Se fosse sceso ci sarebbero stati dei perdenti.. avrebbe potuto dire “Avete visto? Avevo ragione”
ma non fu così..
Questa pagina è una icona da gustare.
Abbiamo il coraggio di metterci al posto di quel ladrone per sussurrare a Gesù che..
Pausa musicale con una nota di nostalgico ” ‘amarcord”..
SIAMOSOLONOI

COMMENTA!
Sarà molto bello se avrai piacere di condividere ciò che l’ascolto della Parola ha suscitato in te.
Ti prego di farlo direttamente a questo link come “commento”.

Annunci

Un pensiero su “N. S. Gesù Cristo Re dell’Universo, 24 Novembre 2013 – Anno C

  1. Marco Dibe

    Tra il ladrone, Vasco, Faber, Freddie sai che partite a briscola lassù.. ma per ora, lunga vita quaggiù al Komandante!!!

    ” Ricercatore di avventure per strade deserte
    Solo un topo di vicolo, veloce a fuggire
    Un giovane combattente che senza esitazioni grida
    Di dolore e di rabbia senza vedere una via di scampo
    “Non chiedo molto”, gli ho sentito dire
    Devo inventarmi un futuro che cambi tutta la mia vita

    Voglio tutto, voglio tutto, voglio tutto,
    e lo voglio subito
    Voglio tutto, voglio tutto, voglio tutto,
    e lo voglio subito

    Dibe

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.