II° Domenica di Avvento – B

(Tempo di lettura previsto: 3 minuti)

“(..) Ma la televisione ha detto che il nuovo anno
porterà una trasformazione
e tutti quanti stiamo già aspettando
sarà tre volte Natale e festa tutto il giorno,
ogni Cristo scenderà dalla croce
anche gli uccelli faranno ritorno (..)”

(Lucio Dalla, “L’anno che verrà” 1979)

021214

In ascolto del Vangelo secondo San Marco 1,1-8

Inizio del vangelo di Gesù, Cristo, Figlio di Dio.
Come sta scritto nel profeta Isaia:
Ecco, dinanzi a te io mando il mio messaggero:
egli preparerà la tua via.
Voce di uno che grida nel deserto:
Preparate la via del Signore,
raddrizzate i suoi sentieri
Vi fu Giovanni, che battezzava nel deserto e proclamava un battesimo di conversione per il perdono dei peccati. Accorrevano a lui tutta la regione della Giudea e tutti gli abitanti di Gerusalemme. E si facevano battezzare da lui nel fiume Giordano, confessando i loro peccati. Giovanni era vestito di peli di cammello, con una cintura di pelle attorno ai fianchi, e mangiava cavallette e miele selvatico. E proclamava: «Viene dopo di me colui che è più forte di me: io non sono degno di chinarmi per slegare i lacci dei suoi sandali. Io vi ho battezzato con acqua, ma egli vi battezzerà in Spirito Santo».

 

Un grande teologo chiamato H. U. Von Balthasar diceva che l’esistenza cristiana è come “il dito di Giovanni Battista”.. perchè indica continuamente il Messia, sempre sbilanciata su Gesù.
Mi è piaciuta questa frase e la condivido volentieri: vivere sbilanciati. Riconoscere che il nostro baricentro è esterno a noi stessi.. che stiamo in vita ed in equilibrio solo grazie agli altri e quindi innanzitutto all’Altro. E che questa non è una privazione di libertà, ma un suo prodigioso riconoscimento e aumento.
Siamo fatti così, funzioniamo così, mai senza l’altro direbbe un famoso filosofo in un libro magnifico dallo stesso titolo: e questa nostra caratteristica incontra in Gesù che viene la potenzialità massima di significato ed espressione.
Siamo di fronte ai primi versetti del Vangelo di Marco: inizio del Vangelo di Gesù. Della “buona notizia”. Ascotando Marco ascolteremo una buona notizia. Siamo pronti?
Stiamo aspettando una buona notizia? Ma non il 25 dicembre.. in generale, cioè ora: sto aspettando una buona notizia? Mi posso concedere almeno il lusso di sperare?
Una buona notizia: vengono sempre da fuori, le buone notizie. Inedite, insperate, inspiegabili. Ci raggiungono e chiedono solo di accoglierle, farle entrare, dare loro credito.
Ci cambiano la vita o il modo di guardarla.
Come prepareremo il cuore a questo incontro? Con maggior impegno di quel che metteremo per il nostro bellissimo albero?
Come preparare la strada, in questo avvento, per non arrivare a Natale con le due solite frasi scontate di ogni anno: “già Natale..”
“Ah, io quest’anno Natale non lo sento per niente.. (variante “da qualche anno”)..”
Tutto qua?

COMMENTA!

 

Annunci

5 pensieri su “II° Domenica di Avvento – B

  1. Max Cossu

    Per me la grandezza di Giovanni il Battista è in quella frase: “Ecco l’Agnello di Dio, Colui che toglie il peccato dal mondo”. Era un uomo che, come tutti gli ebrei del suo tempo aspettava la venuta del Messia, ma a differenza di tanti altri, anche di quelli che lo ascoltavano, lui lo ha riconosciuto e lo ha indicato. Dopo quella frase, due uomini sono andati via da lui, non lo hanno più voluto ascoltare e hanno seguito l’uomo che lui indicava, lo hanno fermato chiedendogli “Maestro dove abiti?”. E lì, in quel momento, è nata la storia che ha preso me e te, il cristianesimo.
    E immagino la gioia di quell’uomo burbero, strano, che da sempre è andato controcorrente cercando la verità e che finalmente l’ha riconosciuta, nel vedere quei suoi due discepoli che si staccavano da lui per seguire il vero Maestro. Non aveva bisogno di Facebook, di Twitter, di Messanger, come fanno tantissimi oggi, che si accontentano di dare pareri su tutto. Anche il Battista diceva tante cose, ma erano giudizi, non opinioni. Per questo aveva molta gente che lo ascoltava, ma solo due hanno seguito quello che aveva detto riguardo a quell’Uomo. E proprio perchè sapeva esprimere giudizi e non opinioni o pareri (tutti sapevano che Erode non era un buon re, ma nessuno osava dirglielo) è stato ucciso. Come il suo illustre Parente….

  2. Elenaangela

    “Alza la tua voce…” (I lettura). “Voce di uno che grida…” (Vangelo). Voce della Parola che si fa carne. E attende di essere annunciato nella nostra carne per essere voce per tutti. Oggi. Uniamo la nostra voce. Sarà una splendida polifonia!

  3. Roberta

    Giovanni Battista, sa davvero chi è, si conosce bene, sa esattamente quello che deve fare. Lo fa con umiltà, sa che deve lasciare il testimone,sa che lui è solo colui che da testimonianza. Mi rendo conto, in questo ultimo periodo di come anche la testimonianza di noi genitori, ad un certo punto è data, è stata data e arriva il momento in cui “deve morire”, per dare spazio alla Luce, per dare modo che sia Dio ora ad incontrare tuo figlio. Anche Giovanni era seguito, battezzava,indicava la via; ma chissà se davvero tutti quelli che l’hanno ascoltato poi hanno incontrato Gesù:non più acqua, ma Spirito, non più una forza che viene dall’uomo, ma una forza che viene da Dio.
    Io sto aspettando una buona notizia, è da un anno che ci lavoro. So di non essere sempre stata costante, so di essermi alle volte scoraggiata, ma so che “viene dopo di me uno che è più forte di me.”
    Aspetto un sorriso in un rapporto spento.
    Aspetto una guarigione.
    Aspetto un amico che ritorni.
    Vieni Signore Gesù.
    Grazie
    Roberta

  4. Bruna

    Chi desidera operare con Cristo vivrà in modo sbilanciato e si rifiuterà di adeguarsi a leggi prestabilite.Sarà disobbediente quando altri obbediranno,eseguirà quando altri non eseguiranno.Fare cose impossibili è il realismo di coloro che ragionano con la propria testa senza adeguarsi a mentalità comuni. Grazie Bruna

    Ci sono molte stelle(belle notizie) nel cielo della tua vita
    non perdere tempo a guardare le nuvole
    Paulo Coelho

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.