IIa Domenica t.o. 2022 durante Cristo – C

Nozze di Cana, Tintoretto, S. Maria della Salute, Venexia.

Dal Vangelo secondo Giovanni 2,1-11

In quel tempo, vi fu una festa di nozze a Cana di Galilea e c’era la madre di Gesù. Fu invitato alle nozze anche Gesù con i suoi discepoli. Venuto a mancare il vino, la madre di Gesù gli disse: «Non hanno vino». E Gesù le rispose: «Donna, che vuoi da me? Non è ancora giunta la mia ora». Sua madre disse ai servitori: «Qualsiasi cosa vi dica, fatela». Vi erano là sei anfore di pietra per la purificazione rituale dei Giudei, contenenti ciascuna da ottanta a centoventi litri. E Gesù disse loro: «Riempite d’acqua le anfore»; e le riempirono fino all’orlo. Disse loro di nuovo: «Ora prendetene e portatene a colui che dirige il banchetto». Ed essi gliene portarono. Come ebbe assaggiato l’acqua diventata vino, colui che dirigeva il banchetto – il quale non sapeva da dove venisse, ma lo sapevano i servitori che avevano preso l’acqua – chiamò lo sposo e gli disse: «Tutti mettono in tavola il vino buono all’inizio e, quando si è già bevuto molto, quello meno buono. Tu invece hai tenuto da parte il vino buono finora». Questo, a Cana di Galilea, fu l’inizio dei segni compiuti da Gesù; egli manifestò la sua gloria e i suoi discepoli credettero in lui.

Ma dopo trent’anni di nulla… con tutto quello che poteviavrestipotutodovutofare… 30 anni, sparito! …dalla mangiatoia, rispunti fuori nel fiume Giordano? Ma che hai fatto per 30 anni da single in un villaggetto sperduto: va be che avevi l’azienda di famiglia da portare avanti, piccolo artigiano di provincia con la falegnameria avviata…30 anni di nulla, silenzio, in ascolto, come nelle botti di barrique..a far gavetta e comprendere di cosa avremmo avuto davvero bisogno, e di come annunciare un Padre diverso dai nostri idoli mentali, spirituali e materiali….. e con tutto il bene che avresti … ecc.. c’erano malati da guarire e prediche da fare.. bene da compiere… tu che fai? moltiplichi l’acqua in vino. Con un sorriso, certo..ma non è fantastico? La gioia di una festa di nozze, per quella nuova famiglia. L’acqua sporca di un Dio permaloso da temere e che ti fa rigare dritto… e lui tira fuori il vino “bono”, mica quello in cartone. Giovanni in questa pagina, all’inizio del suo vangelo è strepitoso. Uno magari è ancora stordito dal primo capitolo, il Prologo di Natale… Gesù è Verbo, Dio, luce, verità..i suoi non l’hanno accolto né riconosciuto ecc. Giovanni ci porta “in altissimo” a livello teologico e la pagina dopo? inizia il capitolo e il Verbo eterno di Dio si mette a trasformare acqua vino, durante una festa… ma non è comico? mi fa morire…Colui che viene descritto in modo vertiginoso, atteso da sempre, che salverà tutti e farà tutto…difficile e crudo… poi lo vediamo subito a magnare e bere…e a raddoppiare le dosi…. ma come si fa a non accogliere uno che trasforma l’acqua in vino, pare dire Giovanni a posteriori. Ecco insomma… non ho nulla da dire. Ma questa pagina di vangelo=buona notizia…non fa venire voglia di essere cristiani e basta? un po’ come la vita di David Sassoli e come gli altri ce l’hanno descritta…un incredibile profumo di vita piena nello Spirito. Non ti viene da voler annunciare uno stile di vita così? non è forse, la sua, l’ennesima testimonianza che il vangelo funziona …e funziona eccome?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.